DOLCE STILL NOVO DI GIANLUIGI BASSANELLO
23 Dicembre 2011 – 08 Gennaio 2012
PALAZZO PISANI – Piazza Garibaldi Lonigo (Vi)
Orari: 10.30-12.30 / 15.30-19.30 Natale e Capodanno chiuso INGRESSO LIBERO
Informazioni: Assessorato alla Cultura Tel. 0444 720214 Mail. cultura@comune.lonigo.vi.it

L’artista

Gianluigi Bassanello è nato a Montecchio Maggiore (VI) il 15 marzo 1955, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti a Venezia, nel corso di decorazione di Santomaso diplomandosi nel 78 a Roma, da dove ha iniziato un’attività professionale d’Arti applicate.
Nell’assoluta libertà del vedere e del raccontare, Gianluigi Bassanello è artista, e lo è fino all’ultima pennellata, fatta di fatica e lavoro. Il rigore tecnico, la conoscenza delle maniere, ne fa un uomo contemporaneo, che dipinge quello che conosce e la sua conoscenza è assoluta.

La mostra

“Attraverso una varietà straordinaria di tecniche egli ci fa partecipi di visioni carnali fatte di rossi e blu, graffi e colature, squarci di luce e torbide penombre. In lui si coglie fortissima la sensualità e la magia delle umane emozioni. Donne tratteggiate con vigore o appena velate da una coltre eterea, musica, danze, sguardi di adolescenti fanno dello spettatore stesso il protagonista di un mondo delicato ma tangibile. Gli angeli sono tutto questo. Figure d’impalpabile consistenza ma di soavissima presenza, musica silenziosa che percuote le corde dellanima.”

La poetica

“Da molti anni, immerso nel suo ermo, arrampicato sulle rocciose montagne, ci domina, ci guarda e impara. Gianluigi Bassanello, è forse l’ultimo  “dipintore”, uno che racconta con la pittura, e il suo dipingere è assoluto, senza compromessi, senza fronzoli o fughe verso ignote mete. Le  opere esaltano  gli attrezzi del dipingere…le pennellate, l’uso del colore, le contrapposizioni tonali, le luci, costituiscono l’insieme dell’opera, e ne scaturisce l’armonia melodica, dove ogni strumento è partecipe all’orchestra, per formare una sinfonia di suoni e di voci. Ogni quadro è un’evocazione di sentimenti avuti o da avere, l’emozione del dare e la commozione del ricevere….”
(Giulio Parise)

[youtube SeQm_XkVCLE 800 600]

 

Le opere (selezione)