OPERE >

Nata a Amandola (FM) nel 1978, dopo una laurea in Lettere Moderne, Marta riscopre la pittura nell’ambito della Rome University of Fine Arts (RUFA) – Libera Accademia di Belle Arti di Roma seguendo i corsi di pittura del Maestro Tullio De Franco, e i corsi di pittura e di disegno della figura umana tenuti da Fabrizio Dell’Arno.

Sempre a Roma segue il corso di pittura di Giovanni Arcangeli presso la Scuola delle Arti Ornamentali “San Giacomo”. Con la certezza che il disegno e la pittura sono una forma di conoscenza, facendo vedere quello che resterebbe altrimenti invisibile di ciò che ci circonda e di noi stessi, ha iniziato quello che per lei è un viaggio alla scoperta del Mondo, con occhi nuovi e immensa meraviglia. Il cielo la sua prima tappa.

Le sue nuvole dalle infinite sfumature invitano lo sguardo a vagare nell’immensità di questo spazio, rendendo possibile la percezione di una dimensione altra. Vagabonde, sempre in movimento, con le loro trasformazioni infinite sembrano riflettere la fragilità della bellezza e la caducità di ogni cosa. Ma in realtà quello che passa è lo stesso che raffigura l’eterno.

Un cielo che continuamente si trasforma è l’immagine dell’infinito.